Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; JSNISSliderDisplay has a deprecated constructor in /home/robertos/giteinbarcaarcomagno.it/plugins/jsnimageshow/themeslider/classes/jsn_is_sliderdisplay.php on line 16

Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; ThemeSlider has a deprecated constructor in /home/robertos/giteinbarcaarcomagno.it/plugins/jsnimageshow/themeslider/models/themeslider.php on line 16

Costa del Cilento

Il Cilento è una zona meridionale della Campania, in provincia di Salerno che proprio grazie alla bellezza delle sue spiagge è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Comprende le coste della provincia salernitana, con le loro spiagge di sabbia dorata o scura e le acque limpide.
Gran parte del territorio del Cilento è protetto, grazie alla costituzione, dal 1991, del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Lungo la costa a sud di Marina di Camerota, immersa nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità, si trova una delle baie più suggestive del basso Cilento: la notissima Baia degli Infreschi.
Natura, profumi e colori mediterranei si mescolano con le tracce storiche che circondano questo specchio d’acqua incantato e cristallino. La bella insenatura si apre subito oltre la spigolosa Punta Magazzeno, dove si trovano i caratteristici ruderi di una tonnara. L’insenatura viene chiusa in maniera spettacolare da un braccio roccioso che le si para davanti, chiamato “Punta Stradella”, che va a colmare la suggestiva scenografia.
I diversi toponimi utilizzati dal Medioevo ad oggi, “Amforisca”, “Linfreschi”, “Rinfreschi”, “Li Freschi”, “A Frisco”, si riferiscono tutti alla fonte di acqua dolce e fredda che si trova all’interno dell’ampia Grotta degli infreschi, che si trova nell’angolo settentrionale dell’insenatura.

La costa che da Scario arriva fino a Marina di Camerota è disseminata di grotte carsiche, di cale raggiungibili solo dal mare e di torri di avvistamento.
Inoltre le acque di questa parte di golfo sono molto limpide e ricche di flora e fauna marina, probabilmente a causa della natura carsica delle rocce e alla conseguente presenza di sorgenti sottomarine di acqua dolce e a temperatura più bassa.
La scarsa urbanizzazione prima e l'istituzione del parco poi hanno consentito di mantenere un notevole pregio paesaggistico ed un bassissimo livello di inquinamento difficilmente riscontrabili in altre località costiere.

Vai all'inizio della pagina