Costa di Maratea

La spiaggia della Secca di Castrocucco è uno dei più suggestivi angoli della costa marateota. Il panorama della spiaggetta è dominata dagli scogli e da u Tuppu, un singolare isolotto ricoperto di macchia verde.
Nei pressi della spiaggia si trova il Palazzo Baronale dei nobili Labanchi, con annessa cappella (oggi sconsacrata).
Sulla vetta retrostante la spiaggia si vede il Castello di Castrocucco, antico baluardo medioevale.

La spiaggia d’Ilicini è un piccolo anfratto roccioso posto tra una serie di scogli, da cui si scorge l’isola della Matrella e Santo Janni. Si trova in mezzo al bosco omonimo, popolato da lecci nani resi tali dall’azione della salsedine che sprigiona dalle onde che si infrangono contro le rocce.

La Spiaggia di Cersuta è una piccola lingua di sabbia nei pressi di Maratea dove potrete trovare tre calette selvagge da raggiungere o via mare o attraverso un sentiero. Le spiagge di Cersuta sono tre: Rena d’a Carrubba, punto d'accesso di una bella grotta, Renicedda e Rena d’u Nastru, la cui strada d'accesso è temporaneamente chiusa.

Quasi al confine con la Campania, si trovano le spiagge di Acquafredda di Maratea, formate da spiagge di sabbia nera o chiara protetta da rocce e fitta vegetazione.
Tra le spiagge che meritano una visita ricordiamo Grutta d'a Scala, una piccola spiaggetta raggiungibile solo dal mare e nella zona sud Portacquafridda, Pretacaduta e spiaggia della Monaca, tre spiagge separate da piccoli costoni di roccia a cui si accede tramite una scalinata.

Vai all'inizio della pagina